Benvenuti,
questo Blog è dedicato agli argomenti di studio per i miei corsi presso Accademie, Università e Masterclass. Negli articoli qui sotto potrete trovare le indicazioni per svolgere correttamente le esercitazioni didattiche (programmi, consegne, approfondimenti, etc.)…Buon Lavoro!
L.Orlandi

Multipass – ID & Cryptomatte

L’utilizzo di AOV / multipass nel render apre a nuove possibilità, non soltando in termini di Light passes, ma anche in ambiti avanzati: selezione dei singoli materiali, ogggeti, etc.

Gli ID (identification) passes sono maschere pensate per identificare oggetti specifici o materiali, nell’ottica di effettuare operazioni di compositing o color-correction (ogni singolo componente possiede un ID pass univoco).

Continua a leggere

2D Tracking – Fondamenti

Il motion tracking è una tecnica fondante per l’industria dei VFX; attraverso di essa è possibile individuare stabilizzare le riprese o seguire il movimento di un elemento della ripresa nel tempo.
Questa tecnica è nota anche come “point tracking” poichè premette di selezionare un singolo punto dell’immagine attraverso un manipolatore o tracker che segue il singolo pixel “frame-by-frame” per la durata della ripresa (sino a che il punto è visibile / tracciabile).

Continua a leggere

Multipass EXR – Fondamenti

Le tecniche di multipass velocizzano il lavoro di compositing e le pipeline VFX, tuttavia il numero di pass produce una quantità molto elevata di files, che rendono più complessa la gestione del flusso di lavoro.

Normalmente un file di immagine può contenere un massimo di quattro canali (RGBA) – come ad esempio PNG, JPG – esistono però tipologie di files capaci di ospitare un maggior numero di canali, come TIFF, PSD (ogni livello di photoshop rappresenta un nuovo “set” di canali) e OPEN EXR. Quest’ultima tipologia di files riveste importanza cruciale nel workflow degli effetti visivi.

Continua a leggere

Keying – Fondamenti

Il Keying è l’insieme delle tecniche che permette di estrarre un soggetto in primo piano (foreground) da uno sfondo (background) attraverso la selezione di un range di colori presenti nell’immagine.
Questo sistema è notevolmente più veloce di tecniche di estrazione “manuale” come lo scontorno e il rotoscoping, sebbene richieda attenzione e diversi passaggi.

Continua a leggere

Multi-pass CGI Compositing – fondamenti e concetti

Il processo di rendering è la parte delle pipeline CGI che comporta il maggior uso di risorse di calcolo e tempo-macchina, per questo le tecniche di compositing si sono evolute per rimuovere il “collo di bottiglia” rapppresentato dal rendering.
In tal senso il flusso di lavoro non è orientato solamente a renderizzare separatamente ogni oggetto, ma anche a “separare” le immagini in “light passes”.
Questo approccio consente di intervenire su un singolo componente dell’immagine senza la necessità di eseguire nuovi render (con conseguente dilatazione dei tempi) in caso di modifiche alla luminosità, dominante cromatica, contrasto, ombre, etc.

Continua a leggere

  • 1
  • 2

© Luca Francesco Maria Orlandi
Director of Photography (AIC - Imago), Art Director, Lecturer in Multimedia Design (Accademy of Fine Arts, Verona).